This is a Clilstore unit. You can link all words to dictionaries.

2. Perché il CLIL?

Una ragione importante per l'introduzione del CLIL è quella di aiutare il settore dell'istruzione a preparare gli studenti al mondo del lavoro di oggi e allo stesso tempo di domani. I giovani devono essere pronti ad affrontare sfide diverse da quelle che hanno affrontato in passato i loro genitori e i loro nonni.

Per gran parte del XX secolo, l'insieme delle competenze necessarie per poter lavorare era molto più semplice di quanto non sia oggi. Le scuole preparavano i loro studenti in vista di un'occupazione, insegnando loro a leggere, scrivere e fare i conti, dando loro alcune informazioni circa il mondo in cui vivevano e fornendo loro alcune competenze pratiche come la dattilografia, la cucina o nozioni importanti per tenersi in forma. Gli studenti dovevano essere in grado di seguire una routine quotidiana, di ricordare informazioni e di eseguire delle istruzioni date.

Pensiamo invece a come dovrebbero essere preparati gli studenti dei nostri giorni per svolgere un’occupazione nel mondo odierno. Quali abilità e competenze si richiedono ai lavoratori di oggi e di domani? Essi devono essere indipendenti e flessibili in ogni situazione lavorativa riguardo a quando e come lavorare. Devono essere dotati di competenze informatiche ed essere in grado di reperire tutte le informazioni di cui hanno bisogno su internet o attraverso i social media. Devono inoltre disporre delle necessarie competenze sociali e comunicative per riuscire a collaborare e cooperare in team di progetto piuttosto che essere in grado di lavorare da soli. Devono possedere competenze ed esperienze in contesti specifici ma essere pronti e motivati ad apprendere nuove competenze e nuove lingue, considerando il costante sviluppo del mondo del lavoro. Sarebbe certamente utile se fossero in grado di ricorrere alle loro abilità linguistiche ed interculturali, qualità richieste nelle aziende multinazionali e nelle comunità multiculturali.  

Come insegnanti, abbiamo il dovere di sviluppare giovani che siano in grado di assumersi responsabilità nel proprio lavoro, che riescano a collaborare con altre persone e che siano in grado di pensare in modo autonomo.

Qui di seguito viene mostrato un diagramma che illustra quali competenze dovrebbe comprendere l’educazione del 21esimo secolo, se gli insegnanti vogliono veramente preparare i loro studenti al mondo di oggi.

2.1. Il CLIL è per tutti i docenti?

Al momento della formazione di una classe CLIL, è preferibile che, se possibile, si preveda una collaborazione tra i docenti di materia e i docenti di lingua (Pavesi et al 2001).

Tuttavia questo non è sempre possibile e spesso i docenti CLIL si ritrovano ad insegnare sia la lingua che la materia. Questa situazione può creare disagio e ansie nei docenti che conoscono bene la propria materia ma che non hanno le necessarie competenze linguistiche.

Quanto segue è un tipico commento di un docente di materia:

“Sono un docente di materia CLIL e so quale contenuto voglio che i miei studenti imparino. Ma come faccio a sapere qual è il linguaggio giusto da insegnare loro?”

I docenti CLIL non insegnano il tipo di lingua che di solito gli studenti imparano in un corso di lingua.

In altre parole i docenti CLIL non insegnano le “abilità comunicative interpersonali di base” (in inglese BICS-Basic Interpersonal Communication Skills).

Ma allora che tipo di lingua insegnano i docenti CLIL? Questo può essere descritto utilizzando tre categorie:

Questo tipo di linguaggio è chiamato CALP – Cognitive Academic Language Proficiency, ovvero “abilità cognitive linguistiche di livello accademico”.

BICS e CALP sono termini introdotti da Jim Cummins (1979).

2.2.  Quali sono i benefici nell’utilizzo del CLIL?

Secondo l'articolo 5 del Volume 1 (4) dell'International CLIL Research Journal 'Coping with CLIL: Dropouts from CLIL Streams in Germany', il metodo CLIL ha i seguenti vantaggi:

 

Wolff, 2004 dice anche che:

 

 

Short url:   http://multidict.net/cs/2577