This is a Clilstore unit. You can link all words to dictionaries.

La ballata medievale ispirazione per un cantante italiano: Fabrizio De André (LSSEV)

Una delle prime forme di narrazione è quella orale. In Europa, durante tutto il corso del medioevo, la gente, anche la più umile e semplice, si riuniva nelle piazze dei villaggi o per le strade e ascoltava i menestrelli cantare storie antiche di tempi lontani o racconti recenti di amori, guerre, dolori e gioie. La stessa forma di intrattenimento divertiva i signori nelle loro ricche corti. Questi spettacoli non erano solo un passatempo, erano anche e soprattutto, la continuazione di una tradizione consolidata. Ogni racconto nasceva dalle storie e leggende che le generazioni si tramandavano oralmente e che narravano della cultura di quel popolo, racchiudendone i valori e i tratti caratteristici.

 

E' così che nasce la ballata, un componimento poetico in versi, che può cambiare le sue caratteristiche da nazione a nazione o a seconda del periodo letterario, ma che presenta alcuni elementi sempre riconoscibili.

 

la ballata era costituita da brevi strofe, molto spesso di soli quattro versi

le parole erano scelte in modo da formare rime alla fine del verso o da creare allitterazioni, cioè la ripetizione di suoni simili

molti versi venivano ripetuti come se si trattasse del ritornello di una canzone

spesso la storia era raccontata da un misto di narrazione esterna e dialogo tra i personaggi

il racconto rappresentava un breve frammento della vita dei personaggi; ben poco o quasi niente veniva raccontato della loro vita

molto spesso il componimento non presentava una morale

Gli autori delle ballate erano anonimi e le versioni, rimaste a lungo orali, cambiavano col tempo

 

In Inghilterra, questo genere poetico-letterario si diffuse a partire dal medioevo per poi proseguire anche in epoche successive come quella romantica o vittoriana di fine ottocento, basti pensare alla "Rima del Vecchio Marinaio" di S.T. Coleridge o alla "Ballata del Carcere di Reading" di Oscar Wilde. Un grande appassionato di ballate che raccolse e pubblicò in volumi agli inizi dell'ottocento fu Walter Scott.

 

Quali erano gli argomenti della ballata?

Le ballate potevano trattare di:

 

Questa tradizione non è andata perduta con il tempo ma è diventata, a poco a poco nel novecento, canzone.

E' stata l'ispirazione per i nuovi "menestrelli" italiani, chiamati cantautori. 

 

Uno dei più grandi cantautori italiani è stato senza dubbio Fabrizio De André

 

De André nasce a Genova, città di mare e di incontri, nel febbraio del 1940 e morirà a Milano nel 1999. La sua produzione artistica più famosa appartiene agli anni 60 e 70. De André scrive canzoni che, per tema e musicalità, somigliano a ballate, a tratti dolcissime e struggenti a volte ironiche e irriverenti verso i potenti e gli arroganti. I personaggi delle sue narrazioni sono spesso i più poveri e dimenticati, un criminale o una prostituta, coloro che soffrono ma a cui la musica può dare voce.

 

 

Nel 1966, De André riprende, come già era stato fatto da cantanti di lingua inglese, la ballata medievale dal titolo Geordie e la traduce in italiano.

 

Ascolta ora la canzone in una esecuzione dal vivo e prova a svolgere l'esercizio trovando le parole mancanti. Poi apri la pagina con la app, riprova e trova le risposte.

 

 

Mentre ________ London Bridge
Un giorno senza _______
Vidi una donna pianger d'amore
____________ per il suo Geordie
 
Impiccheranno Geordie con una corda d'oro
È un privilegio raro
Rubò sei cervi nel parco del Re
Vendendoli per denaro
 
Sellate il suo _________ dalla bianca criniera
Sellatele il suo pony
Cavalcherà fino a Londra _________
Ad implorare per Geordie
 
Geordie non rubò mai neppure per me
Un _______ o un _______ raro
Rubò sei cervi nel parco del Re
Vendendoli per denaro
 
Salvate le sue ________, salvate il suo __________
Non ha vent'anni ancora
Cadrà l'________ anche sopra il suo ________
Potrete impiccarlo allora
 
Né il ______ degli inglesi né lo scettro del Re
Geordie potran _________
Anche se piangeranno con te
La ______ non può cambiare
 
Così lo impiccheranno con una corda d'oro
È un privilegio raro
Rubò sei cervi nel parco del Re
Vendendoli per denaro
 
 
Cosa racconta la canzone?
Apri la seconda app e rispondi alle domande di comprensione del testo

Di seguito troverai una delle versioni del testo originale inglese arrivate fino a noi

leggi e prova a trovare le differenze tra i due testi

poi fai l'esercizio della terza app

 

 

As I came over London Bridge

One misty morning early,

I overhead a fair pretty maid

Lamenting for her Geordie.

 

"Come bridle me my milk-white horse,

Come bridle me my pony,

That I may ride to London's court,

To plead for the life of Geordie."

 

And when she entered in the hall.

There was lords and ladies plenty.

Down on her bended knee she did fall,

To plead for the life of Geordie.

 

"Oh, Geordie stole no cow nor calf,

nor sheep he never stole any,

But he stole sixteen of the king's wild deer;

And sold them to Bohenny."

 

"Oh, two brave children I've had by him,

And the third lies in my bosom;

I'd freely part with them every one,

If you would spare me the life of Geordie."

 

The judge looked over his left shoulder,

And said "I'm sorry for thee,

My pretty fair maid, you have come too late.

For he's condemned already."

 

Let Geordie hang in golden chain,

Such chain as never was any,

Because he came of the royal blood,

And courted a virtuous lady.

 

Come si può notare i testi possono variare nella traduzione e nel tempo. I cantanti moderni hanno colto un'idea, una suggestione e ne hanno fatto nuova poesia nella propria lingua. Molte canzoni sono le ballate dei menestrelli contemporanei perché la poesia è musica e la musica accompagna spesso parole poetiche.

Non a caso il premio Nobel per la letteratura nel 2016 è stato assegnato al cantautore americano Bob Dylan.

 

 

 

 

Short url:   http://multidict.net/cs/7897